Created by snowflake productions gmbh

Esercizio finanziario 2018

Il rapporto de gestione ora in formato digitale
A partire da quest'anno, il rapporto annuale di gestione della FSP sarà disponibile in forma digitale. Il passaggio  all'edizione digitale e la decisione di non pubblicare il rapporto in forma cartacea sono dovuti a diversi motivi: da un lato, seguiamo l'esempio di molte aziende che, per motivi puramente finanziari, non pubblicano un rapporto annuela stampato e, dall'altro, notiamo che, a parte una cerchia piuttosto ristretta di persone interessata, tra cui ad esempio i presidenti delle federazioni cantonali, l'interesse per il nostro rapporto annuale stampato à piuttosto limitato. Naturalmente, come sempre in tali situazioni, offriamo a tutti la possibilità di richiedere il rapporto di gestione in forma caracea. In questo caso, stamperemo una copia del rapporto che si trova su internet e la invieremo per posta.

 

Rapporto di gestione 2018 (in francese)

 

Messaggio del Presidente centrale Laurent Wehrli relativo all’esercizio 2018

Obiettivi per tutti e con tutti i membri dei corpi pompieri
La Federazione svizzera dei pompieri (FSP) ha proseguito il suo impegno al servizio dei circa 90 000 pompieri – uomini e donne – che, in qualità membri dei corpi pompieri della Svizzera e del Principato del Liechtenstein, si mettono a disposizione del loro prossimo. Le priorità del nostro piano strategico rimangono le stesse: formazione, comunicazione, solidarietà e partenariati dinamici.

Formazione e formazione continua
Per ridurre al minimo i pericoli legati agli ingaggi e per aumentare la sicurezza delle forze d’intervento al servizio della popolazione dobbiamo continuare a formarci. Questo era ed è tuttora la volontà inflessibile della FSP. Il successo dei corsi proposti dimostra che i pompieri di tutti i livelli hanno capito l'importanza della formazione e della formazione continua. Come negli anni precedenti, la FSP ha scelto i temi in base alle esigenze di formazione esistenti espresse dai pompieri. Per facilitare la partecipazione ai corsi da parte degli interessati, questi corsi vengono spesso dispensati «a domicilio». Poiché la FSP è anche strutturalmente strettamente legata alla base, è in grado di proporre dei moduli di formazione e di formazione continua che si adattano perfettamente alle esigenze dei pompieri di oggi e di domani. La FSP apporta in questo progetto la sua esperienza e la sua competenza nel campo della formazione degli adulti così come la sua conoscenza delle esigenze dei corpi pompieri locali, che sono direttamente rappresentati nelle istanze della FSP. Questo fa sì che la sua competenza è indiscussa tra i suoi partner. In questo contesto, la FSP continuerà anche ad offrire corsi speciali molto apprezzati.

Comunicazione
Oggigiorno, la comunicazione svolge un ruolo sempre più importante, sia all'esterno che all'interno sia per quanto concerne i media tradizionali che quelli elettronici. La FSP è stata regolarmente consultata da diversi media, in particolare per quanto riguarda le questioni relative al reclutamento e alle relazioni tra i datori di lavoro e i loro collaboratori e le loro collaboratrici che fanno parte dei corpi pompieri di milizia. La FSP ha inoltre offerto numerose opportunità di intenso dialogo tra i rappresentanti dei diversi partner del campo della sicurezza e i politici. Da queste conversazioni e nel rispetto delle nostre missioni reciproche, scaturiscono numerosi progetti comuni dei quali beneficiano tutti i pompieri. Nel 2018, la FSP ha peraltro continuato i preparativi per le celebrazioni del suo 150° anniversario, che si svolgeranno da giugno 2019 a giugno 2020. Questi eventi, organizzati in diverse regioni della Svizzera, sono tutti concepiti dai pompieri e per i pompieri e comportano attività di informazione, di sensibilizzazione e di reclutamento. Il programma promette una celebrazione all’altezza dell’evento!

Partenariati
Come negli anni precedenti, la FSP vuole essere un partner dinamico, perché «insieme siamo più forti e possiamo rappresentare meglio gli interessi dei pompieri». La forza interna della FSP si basa sul rapporto attivo e stabile che esiste tra i membri dei corpi pompieri professionisti e quelli dei corpi di milizia, nonché tra i pompieri e le federazioni cantonali. Le relazioni con la Coordinazione svizzera dei pompieri (CSP) sono molto importanti. In questo contesto, la FSP continuerà ad impegnarsi per una stretta cooperazione, pur mantenendo le sue strutture e rispettando le rispettive missioni. La missione della FSP è di rappresentare gli uomini e le donne membri dei corpi pompieri di milizia che si impegnano tutto l'anno, 24 ore su 24, per garantire la sicurezza dei loro concittadini e delle loro concittadine. La FSP manterrà e approfondirà le sue strette relazioni con gli altri partner della protezione della popolazione che sono la polizia, i servizi di ambulanza, la protezione civile, i servizi tecnici e l’esercito. A questo livello, il dialogo è indispensabile, sia per quanto riguarda la definizione della cooperazione sul terreno che per la selezione di attrezzature o di procedure specifiche. Manteniamo anche numerose relazioni e partenariati a livello internazionale. La FSP è anche molto attiva in questo campo e vorrebbe sviluppare ulteriormente le sue relazioni, sia con le associazioni dei pompieri dei paesi vicini, con i quali vorremmo stabilire una cooperazione transfrontaliera, che con le organizzazioni esistenti a livello europeo, con le quali vorremmo rafforzare lo scambio di esperienze e definire degli standard comuni europei. Il nostro impegno nella CTIF, così come altri contatti diretti, costituisce un importante contributo al raggiungimento di questi obiettivi.

È con questa convinzione e con un fermo impegno che la FSP ha rappresentato, anche quest'anno, gli interessi dei pompieri di tutta la Svizzera e del Principato del Liechtenstein, dimostrando così chiaramente la sua utilità e l'importanza del suo ruolo, che è stato sottolineato anche in diverse occasioni, in particolare da vari Consigli di Stato incaricati di compiti di protezione antincendio, o a livello internazionale grazie all'impegno di numerosi rappresentanti svizzeri in diverse istanze o conferenze. Il fatto che, nel 2018, si siano potuti ottenere così tanti risultati è da attribuire alla volontà dichiarata e alla chiara strategia degli organi della nostra associazione così come al duro lavoro di molte persone. Cogliamo l'occasione per esprimere loro i nostri sinceri ringraziamenti, in particolare a coloro che sono coinvolti nelle nostre diverse strutture associative – soprattutto nel Comitato centrale, nella Conferenza dei presidenti, nelle varie Assemblee, nella Commissione di controllo di gestione, nella Commissione della Cassa di soccorso, in altre commissioni e gruppi di lavoro, nelle Federazioni cantonali, nell'Associazione svizzera dei pompieri professionisti, ecc. –  così come ai collaboratori e alle collaboratrici dell’amministrazione e in particolare al direttore della Federazione Urs Bächtold e al suo vice-direttore Walter Pfammatter. Un ringraziamento va naturalmente anche a tutti coloro che si impegnano a servire il loro prossimo, così come alle loro famiglie, che li sostengono in questo impegno a favore dei nostri comuni, dei loro abitanti, delle aziende e delle autorità. Contrariamente a quanto molti potrebbero pensare, questo impegno non va da sé. Ed è sempre in relazione a delle vittime. Questo rende ancora più importante l’omaggio fatto alle persone che si ingaggiano.

Laurent Wehrli
Presidente centrale della Federazione svizzera dei pompieri